La storia dell' isola di Ios

L' isola di Ios ha preso il nome, in tempi antichi, dalla parola Ia, che rappresentano i fiori che germogliavano in abbondanza sull'isola. Secondo altri, invece, l'isola di Ios deve il suo nome alla parola fenice Ios, che significa “mucchio di pietre”. In epoca moderna gli isolani delle Cicladi e gli abitanti dell'isola di Ios la chiamano Niò, nome che deriva dall'epoca bizantina.
L'isola di Ios fin dall'epoca preistorica e grazie al suo stabile porto naturale, ricopriva un importante ruolo nelle vie marittime verso Creta. Il primo insediamento delle Cicladi sulla collina di Skarko, ma anche molte altre località preistoriche, ci dicono molto su questo periodo.

L' isola di Ios si è trovata poi sotto il dominio dei Minoici e successivamente sotto la civiltà di Micene. Sembra che un importante popolo marino del Mediterraneo, i Fenici, sia arrivato sull'isola e abbia mantenuto il dominio fino al IX° secolo a.C. L'isola di Ios è, da un certo punto in poi, ionica, visto che appartiene alla Amfizionia Ionica, mentre dal 534 a.C. comincia a pagare una tassa ad Atene.

L' isola di Ios ha così avuto un'importante influenza ed è diventata una vigorosa città durante il periodo classico ed ellenistico. La sua decadenza comincia con l'occupazione romana che rende l'isola addirittura un luogo di esilio, e continua anche durante gli anni bizantini. Un piccolo miglioramento per l'isola di Ios arriva durante il periodo del Ducato di Naxos; tale miglioramento venne però presto interrotto dall'occupazione turca. L'isola di Ios, nonostante non disponesse di una potente flotta marina navale, fu tra le prime isole ad issare la bandiera della rivoluzione nel 1821. L'isola di Ios partecipò alla battaglia navale a Cusantasi il 9 luglio del 1821, alla 2° Assemblea Nazionale ad Astro il 1823 e alla 3° Assemblea Nazionale a Trizina nel 1827.

Agli occhi del nuovo stato greco, l'isola di Ios rimaneva un'isola arida e i suoi pochi abitanti lottavano per la sopravvivenza dell'isola stessa coltivando i loro piccoli terreni, occupandosi dell'allevamento del bestiame e lavorando alcuni minerali di cui disponeva l'isola. Dagli anni '70 però l'isola passa ad una nuova epoca, e comincia a distinguersi come meta turistica per molti giovani d'Europa.

L' isola di Ios è oggi famosa per essere l'isola dei giovani e del divertimento, ma dispone anche di infrastrutture turistiche complete, di un porto ben organizzato e di un'ottima rete stradale.

 

LA STORIA DELL' ISOLA DI IOS